Arriva finalmente al cinema il film di Marco PozziMaledimiele”, realizzato nel 2010 e che ha dovuto aspettare due anni prima di trovare un distributore (Movimento Film).

Una storia toccante e drammatica, che analizza uno dei mali più comuni degli adolescenti, l’anoressia.

La protagonista è Sara, interpretata da Benedetta Gargari, è una ragazza di quindici anni che viene da una famiglia medio borghese. Il padre è un oculista e la madre lavora presso una Onlus che si occupa di bambini indiani.

Una ragazza come tante, carina, intelligente, brava a scuola ed educata, ma che nasconde un segreto: Sara è malata e la sua malattia si chiama anoressia. Un male oscuro, che si insinua dentro al corpo e alla mente e porta, pian piano, alla morte.

Nessuno si accorge del problema della ragazza, fino a che, durante una gita scolastica, sviene improvvisamente, e il suo male viene prepotentemente alla luce.

Il tratto distintivo della pellicola, oltre al coraggio del regista Marco pozzi a misurarsi con un tema del genere, sta nel fatto che la malattia non è mai affrontata di petto, ma sempre indotta e evocata da Sara e dal suo rapporto con il cibo che la condiziona in ogni suo comportamento.