Magnum Photos arriva sul piccolo schermo attraverso una serie drammatica per raccontare la sua storia.

Prodotta da Carnival Films – stessa casa di produzione della serie inglese di successo Douwntown Abbey – la serie racconterà la storia della nota agenzia fotografica sin dai primi anni della sua fondazione – nel 1947 – attraverso i fotografi che l’hanno fondata – Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, George Rodger, David ‘Chim’ Seymour e William Vandivert- e che grazie a loro è diventata di grande successo ed un punto di riferimento per gli appassionati di fotografia e tutti coloro che lavorano nel settore.

Definiti dalla Carnival Films come uomini “coraggiosi, passionali, idealisti e curiosi” i fotografi della Magnum sono andati a catturare il mondo che è “sopravvissuto” dopo la seconda Guerra Mondiale “con fotocamere alla mano e una vita privata spesso in tumulto” e hanno “sacrificato tutto per catturare la storia attraverso la lente”.

Accettata ufficialmente nel luglio 2014, la serie non uscirà prima del 2017 ma è già stato svelato che, oltre a riprendere i primi anni dell’agenzia, tratterà anche di storie d’amore, onore, risate, tradimenti e cuori infranti accaduti tra le mura della sede centrale parigina.

Da moltissimo tempo Carnval ha parlato con la Magnum riguardo questo progetto” ha dichiarato David Kogan, Direttore Esecutivo di Magnm, come riportato dal Time “Normalmente veniamo avvicinati da persone che vogliono fare film, drama, documentari storici. Quando presi il posto di Direttore Esecutivo e con il mio background nel mondo della televisione (come direttore generale della Reuters Television) ero molto interessato all’idea (di Carnival)”.

Nell’era del digitale, dove il mondo della fotografia pullula di fotografi amatoriali e professionisti, Kogan dichiara “speriamo che questo ricorderà alla gente cosa la Magnum rappresenta veramente. Chiunque lavori nel mondo degli affari sa che la Magnum porta con sé una grande storia e ad oggi è ancora molto attiva ed esegue un ottimo lavoro. In quest’era digitale, quindi, la gente dovrebbe ricordarsi che la Magnum rappresenta qualcosa d’importante”.

(photocredit: official website magnumphotos.com)