Se n’è tanto discusso e finalmente è arrivato: stiamo parlando del remake de I Magnifici Sette firmato da Antoine Fuqua e scritto da Nic Pizzolatto .

Come sapranno tutti gli appassionati di western anche la pellicola originale del 196o diretta da Preston Sturges era un remake de I Sette Samurai di Akira Kurosawa, ma poi è divenuto talmente iconico per il genere di riferimento da smarcarsi dalla sua fonte: impossibile poi dimenticare le prestazioni di attori come Yul Brynner, Steve McQueen, James Coburn, Robert Vaughn e Charles Bronson.

E in effetti nel cast di questo rifacimento de I Magnifici Sette mette insieme un cast altrettanto imponente, composto da alcuni degli interpreti più in vista dei nostri tempi: c’è Chris Pratt (visto in Jurassic World e prossimamente nel sequel di Guardiani della Galassia), Denzel Washington (che con Fuqua aveva girato Training Day e nel 2014 The Equalizer), Ethan Hawke (recentemente in Regression, Boyhood e Good Kill), Vincent D’Onofrio (tornato alla ribalta come il Kingpin nella serie tv di Daredevil), Matt Bomer (i due Magic Mike), Cam Gigandet (Priest), Peter Sarsgaard (Blue Jasmine), Haley Bennett (tra i protagonisti di Hardcore!), Vinnie Jones (Escape Plan) e Byung-hun Lee (star del cinema coreano d’azione).

Per Nic Pizzolatto, dopo le critiche ricevute per la gestione non impeccabile della seconda stagione di True Detective, il film in uscita il 29 settembre rappresenta un debutto per quanto riguarda la sceneggiatura di un lungometraggio.

La storia è quella della disperata missione per la quale i cittadini della piccola Rose Creek ingaggiano sette pistoleri (sicari, cacciatori di taglie, ma anche fuorilegge e giocatori d’azzardo): difendersi dall’offensiva del magnate Bartholomew Bogue che sta organizzando un ultimo assalto contro la città.

I Magnifici Sette dovranno dunque preparare i cittadini per la lotta che si preannuncia senza quartiere, scoprendo al contempo che ciò per cui sono stati ingaggiati è qualcosa che vale molto di più del denaro che è stato loro promesso.