Woody Allen ritorna al cinema, preciso come un orologio svizzero che batte al ritmo regolare di un film all’anno.

Dopo l’acclamato Blue Jasmine e lo spernacchiato To Rome with Love il regista, sceneggiatore e attore americano torna all’ambientazione francese di Midnight in Paris, questa volta abbandonando la Ville Lumière per concentrarsi sulla campagna, meta privilegiata dall’alta borghesia a lui tanto cara.

Il film rappresenta anche un altro tuffo nel passato perché la storia si sviluppa negli anni ’20 del sud del Paese, quando a un mago illusionista inglese (interpretato da Colin Firth) viene chiesto, com’è sua abitudine, di smascherare una medium-spiritista (la fascinosa Emma Stone) che sta truffando una ricca famiglia di creduloni.

Le indagini dello scettico britannico lo porteranno a chiedersi se la ragazza non possieda davvero qualche potere sovrannaturale, ma il suo giudizio potrebbe essere falsato dal nascente sentimento amoroso tra la coppia. I temi di Allen sono facilmente riconoscibili: la nostalgia per il passato e l’ossessione per l’illusione in tutte le sue forme, tanto sconfessata quanto apprezzata come balsamo contro il peculiare pessimismo.

Il cast di supporto del film, in uscita il 25 luglio in America e il 15 ottobre in Francia, è composto da Eileen Atkins, Marcia Gay Harden, Hamish Linklater, Simon McBurne e Jacki Weaver. Ancora ignota invece la data dell’arrivo in sala in Italia.