Anche Madonna si stringe ai familiari delle vittime degli attentati di Parigi e dal palco del Tele2 Arena di Stoccolma lancia il suo appello alla pace e al coraggio. “Vogliono farci tacere, ma noi non glielo permetteremo” così la regina del pop ha motivato la sua decisione di non annullare il Rebel Heart Tour, che approderà a Torino, per le uniche date italiane, il 19, 21 e 22 novembre.

Perché dovremmo permettere loro fermarci dal godere della nostra libertà?”

Mi sento straziata” ha spiegato Madonna durante il concerto del 14 novembre, a Stoccolma. Ci si sente “male per essere qui, ballare, divertirsi, mentre gli altri piangono per la perdita di amici e parenti” ha spiegato la pop star, ma non dobbiamo dargliela vinta. Questo è esattamente quello che questa gente vuole, vogliono ridurci al silenzio. Un toccate discorso, durato sei lunghi minuti, questo l’omaggio di Madonna alle vittime di Parigi e alle loro famiglie. Un discorso durante il quale più volte la sua solida voce è stata incrinata dalla commozione e a seguito del quale ha invitato il pubblico (oltre 40 mila persone) a osservare un minuto di silenzio, prima di scoppiare in lacrime e intonare “Like a Prayer“.

Questo spettacolo è una celebrazione della vita, del difendere i propri diritti e del lottare per ciò in cui si crede. E’ stato difficilissimo per me arrivare a questo punto senza pensare a ciò che è accaduto ieri notte. Devo prendermi un momento per parlare di quella tragedia” ha esordito Madonna. “Ho pensato di cancellare lo show, ma poi mi sono detta perché farlo, perché permettere a queste persone di fermare me, di fermare tutti noi? È esattamente quello che queste persone vogliono fare: vogliono metterci a tacere e noi non lo permetteremo. Nessuno può impedirci di fare quello che amiamo“.

Ci sono persone che non hanno rispetto per la vita umana. Non cambieremo il mondo in cui viviamo se non cambiamo prima noi stessi, se non iniziamo a farlo ogni giorno nel nostro piccolo. Non cambieremo il mondo eleggendo un nuovo presidente o uccidendo altre centinaia di persone – ha proseguito la cantante – Dobbiamo iniziare a trattare ogni essere umano con dignità e rispetto e questa è l’unica cosa che può cambiare il mondo. L’unica“.

Solo l’amore cambierà il mondo. Ma amare in maniera incondizionata non è facile e anche amare quello che non capiamo, quello che ci sembra così diverso, ma dobbiamo farlo“, ha concluso la regina del pop, che dopo lo show ha postato su Instagram: “Grazie a Stoccolma! Lo spettacolo di stasera è stato difficile, ma c’era tanto amore in questa arena che mi ha fatto sentire come se stessimo trasformando le tenebre in luce. E questo è il nostro lavoro come esseri umani!“.

A brevissimo Madonna approderà quindi in Italia, per le date di Torino: saranno qui messe in campo le nuove procedure di sicurezza imposte dopo gli attacchi di venerdì 13 novembre, con l’impiego di cani anti-esplosivo e la verifica dell’identità di ogni spettatore al momento dell’ingresso. Il potenziamento dei controlli renderà l’accesso al PalaAlpitour più lento, non dimentichiamo quindi di recarci sul posto con il dovuto anticipo. Durante il concerto, ha reso noto Madonna, continuerà l’omaggio musicale alle vittime delle stragi di Parigi con “La vie en rose”, canzone francese tra le più note al mondo e portata al successo da Edith Piaf.