Madonna, Jay-Z, Beyoncé, Rihanna, Kanye West e i Daft Punk. Sembra la scaletta di una serata di premiazione come gli Mtv Awards o i Grammy Awards, e invece è la nuova coalizione di superstar in favore del lancio di una nuova piattaforma di streaming musicale.

Il servizio promosso da Jay-Z, Madonna e alcune altre tra le stelle più luminose del firmamento musicale attuale si chiama Tidal e si preannuncia di diventare il principale competitor di Spotify, attualmente il servizio leader per quanto riguarda l’ascolto di musica in streaming sul web.

Mentre si attende il debutto di Beats, il nuovo servizio fornito dalla Apple che pare dovrebbe arrivare il prossimo giugno, Spotify dovrà quindi vedersela intanto con Tidal. La piattaforma musicale già esistente ma che fino ad ora non era ancora riuscita a decollare del tutto, è stata acquistata a inizio anno dal rapper e imprenditore Jay-Z e ieri c’è stato il suo rilancio in grande, grandissimo stile. La nuova versione di Tidal promette una qualità musicale più elevata rispetto ai concorrenti attualmente in circolazione e prevede un abbonamento del costo di circa 10 dollari al mese.

All’evento ha partecipato il gotha della scena pop mondiale. Oltre a Madonna e agli altri nomi già citati sono apparsi anche Alicia Keys, Jack White, Nicki Minaj e Usher, tutti azionisti di Tidal, ma anche Taylor Swift, che già da tempo ha “boicottato” Spotify, ha fatto sapere che offrirà i suoi brani al servizio. Questi cantanti tutti insieme vogliono difendere il valore della musica contro i programmi gratuiti di streaming, per una piattaforma che nasce come “artist-centric”, a tutela appunto degli artisti.

La scommessa di Jay-Z, Madonna e compagni è però parecchio impegnativa. Va infatti notato come al momento Tidal abbia appena 17mila utenti registrati a pagamento, contro i 60 milioni di utenti di Spotify nella versione gratuita, e i 15 milioni in quella premium a pagamento.