Reduce dal grande successo al cinema con “Italiano Medio”, Maccio Capatonda torna con una nuova serie, questa volta non sul tradizionale piccolo schermo, bensì sulla piattaforma streaming on demand targata Mediaset, Infinity.

Bob Torrent”, questo il nome della serie – o meglio webserie – di dieci puntate realizzata in collaborazione con il comico abruzzese. Questa mostrerà in chiave surreale ma allo stesso tempo divertente il lato nascosto della pirateria digitale dei film e delle serie tv il cui intento, come dichiarato dallo stesso Maccio “è quello di ironizzare sulle difficoltà che si incontrano quando si prova a scaricare, o a guardare in streaming, contenuti audiovisivi illegalmente.

La storia si concentrerà quindi su un personaggio in particolare, Bob Torrent, definito “il produttore peggiore del mondo” che, dopo una carriera fallita come produttore cinematografico, decide di vendicarsi e, fondando la sua casa di produzione, la Torrent Production, vuole diventare il re dei film pirata. Per questo motivo decide di produrre dei film e orrende serie televisive di bassa qualità spacciandoli per capolavori.

Il tutto insieme al suo un team di collaboratori decisamente particolari, per non dire imbranati, dall’assistente Licio Chiss Me (Herbert Ballerina), la non così giovane stagista Assunta May, il responsabile IT Giobbe e ancora la prorompente segretaria Silvia Pelvica e il magazziniere Pino detto Abete (Ivo Avido). Oltre alla “produzione” di questi contenuti, ogni puntata racconterà anche le vicende di una coppia di utenti che cercheranno di guardare in maniera del tutto illegale questi film o serie tv.

Un progetto che nasce dal concept dei creativi dell’agenzia Leo Burnett, i quali hanno realizzato anche le prime versioni delle sceneggiature ma successivamente è stata richiesta la “Macciocapatondizzazione” da parte del comico, il quale ha revisionato le sceneggiature e, oltre a comparire in diversi camei, si è cimentato anche nella regia.

La serie sarà visibile a tutti i clienti di Infinity a partire dal 27 marzo 2015 e, per questo, la prima puntata è già disponibile sul web: