La Universal Pictures ha acquistato i diritti per la distribuzione di The Visit, il nuovo film del regista M. Night Shyamalan, divenuto famoso per classici come Il sesto senso, Unbreakable e Signs e poi caduto nel dimenticatoio dopo i tonfi del poco compreso E venne un giorno e i terribili L’ultimo dominatore dell’aria e After Earth.

Una parabola di ascesa alla gloria e discesa agli inferi, quella di cui è stato protagonista il cineasta di origine indiana, che per ritornare in carreggiata ha deciso di fare un passo indietro, tornando a una produzione low budget (per gli standard di Hollywood, ovviamente). Per questo motivo ha unito le forze con Jason Blum della Blumhouse Productions, responsabile della recente ondata horror di titoli come Ouija, Insidious, Sinister, La notte del giudizio, Oculus e la saga di Paranormal Activity.

In questo modo il regista avrebbe avuto accesso alla libertà creativa negatagli nelle ultime pellicole, un potenziale franchise dal budget imponente e un prodotto fortemente voluto e diretto dalla famiglia Smith.

In The Visit, il cui cast è interamente costituito da attori poco noti, Shyamalan si propone di rendere inquietanti una figura tra le più pacifiche, bonarie e tenere al mondo: i nonni. La trama della pellicola vede infatti una madre single inviare i due figli piccoli in visita alla fattoria della Pennsylvania dei loro nonni. I bambini scopriranno che la coppia di anziani è invischiata in attività bizzarre e disgustose e le loro chance di torneranno a casa si assottiglieranno sempre più.

The Visit dovrebbe debuttare in sala l’11 settembre del 2015.

Foto: www.bollywoodhungama.com