Una persona in media usa il 10% della sua capacità cerebrale. Oggi lei arriverà al 100%”. Questa è la tagline di Lucy, l’ultimo film d’azione/fantascienza del celeberrimo cineasta francese Luc Besson, e in effetti proprio come una sparata fantascientifica, affascinante quanto del tutto smentita dagli studi del settore, andrebbe presa.

Il film di cui Scarlett Johansson è protagonista riprende infatti tutto un filone riguardante l’espansione della coscienza e delle potenzialità umane tramite innesti cibernetici, sostanze miracolose e quant’altro (recentemente ci aveva provato anche Bradley Cooper in Limitless).

Descritta dallo stesso regista con molta baldanza come “Leòn all’inizio,Inception a metà e 2001: Odissea nello Spazio alla fine”, la pellicola metta in scena la progressiva ascesa a uno stato di trascendenza delle umane possibilità da parte di un’ignara ragazza coinvolta in un losco giro d’affari.

Del film, presentato in anteprima al Festival del Film di Locarno, è disponibile un primo trailer internazionale in italiano, in cui si assiste alla prima manifestazione della potenza devastante di Lucy.

È poi stato resa pubblica una clip in cui la protagonista contatta il prof. Norman (interpretato da Morgan Freeman), l’unico scienziato al mondo in grado di aiutarla a comprendere la natura e l’ipotetica estensione dei suoi poteri.

La Universal ha infine realizzato una graphic novel interattiva interattiva che racconta le prime scene del film. Qui i tre capitoli del fumetto multimediale:  Capitolo 1, Capitolo 2 e Capitolo 3.

Foto da comunicato stampa