È pronto a tornare il deejay della notte Lucignolo 2.0, riparte questa sera su Italia uno con moltissime novità che, in parte, vi abbiamo già anticipato qualche giorno fa.

In diretta su Italia 1 dalle 21.15 Lucignolo racconterà il nuovo mondo dei giovani, fatto di straordinarie navigazioni Internet, relazioni sociali online, fino ad arrivare a scivolosi incontri al buio e a forme di dipendenza dal web.

Come da tradizione però il programma di Italia 1 si occuperà anche della vita reale dei giovani capendo cosa fanno quando escono di casa, quali i luoghi d’incontro preferiti, ma anche paure e pericoli del mondo reale, così diverso dall’ambiente protettivo racchiuso in un computer.

Peculiarità della versione 2.0 del programma, la sua anima “social”: “Il format in parte ricalca gli elementi più fortunati del  primissimo Lucignolo – spiega Mario Giordano – anche se, a un decennio di distanza non potevamo non tener conto di quanto il mondo è cambiato. Il 2.0 del titolo sta proprio in questo, ed è anche il motivo per cui andremo in onda rigorosamente in diretta: la tecnologia ci permette di interagire in tempo reale con chi vogliamo raccontare o anche semplicemente con chi ci sta guardando. So che ormai è di moda dire che una trasmissione è più “social” di quell’altra. E che poi, spesso, ci si limita a qualche commento in sovrimpressione. Nel nostro caso l’ascolto non sarà mai passivo. Attraverso una app dedicata, i telespettatori in second screen potranno condividere non solo opinioni, ma anche video e immagini. Persino indirizzare la puntata, se lo spunto è buono. La scaletta sarà solo una traccia, ogni serata sarà una sorpresa anche per noi“.
Tramite la nuova applicazione annunciata da Giordano, i telespettatori potranno anche inviare i loro video alla redazione di “Lucignolo 2.0″, in risposta ai temi proposti settimana dopo settimana.

Altra novità del programma è Fabrizio Pisu, il ragazzo-rivelazione dei video web “fatti in casa”, che con scioglilingua e tormentoni ripetuti a raffica impazza online. In ogni puntata, Pisu sarà collegato in diretta da un luogo pubblico diverso, dove metterà in scena una sorta di flash mob con la gente di passaggio.

Infine, “l’inchiesta maratona”: un giornalista Mediaset in ogni puntata sarà chiamato a presidiare per 24 ore consecutive la piazza di una città italiana, filmando in presa diretta tutto quello che di insolito succede