Luciano Ligabue, Liga per i suoi fan, i suoi fan come me, compie oggi 54 anni.

Originario di Correggio il 13 marzo del 1960 è uno dei cantautore italiani più amati di oggi. E saranno proprio i suoi compaesani a regalargli uno spettacolo unico per i suoi 54 anni. Uno spettacolo pirotecnico e di fuochi d’artificio per lui, che nonostante il successo, non ha mai dimenticato la sua piccola città insieme ai suoi abitanti.

Luciano Ligabue proprio dalla cittadella emiliana i suoi primi concerti in un circolo culturale insieme a quello che allora era il suo gruppo degli “Orazero”. Nel 1987 quando Pierangelo Bertoli decide di pubblicare nel suo album “Sogni di rock and roll”, una canzone scritta da Ligabue, nello stesso anno Luciano ottiene con il gruppo la vittoria al concorso “Terremoto rock”. Questi due traguardi consentono al cantante e agli Orazero di incidere un 45 giri contenente le canzoni “Anime in plexiglass” e “Bar Mario”.

Nel 1989 Ligabue si separa dagli “Orazero” e si unisce ai “ClanDestino” e proprio con loro realizza il primo vero album in uno studio di registrazione. Nel maggio del 1990 nasce il primo LP dal titolo: “Ligabue”, con il pezzo forte dell’album, “Balliamo sul mondo”. Poi arrivano “Lambrusco, coltelli, rose & popcorn” e “Sopravvissuti e sopravviventi”.

Nei primi anni ’90 la sua strada si divide da quella dei “ClanDestino” e cambia la formazione della band con la quale sancisce il suo successo definitivo: “Buon compleanno, Elvis” album decisivo per la sua carriera e che lo fa schizzare in cima alle classifiche musicali che fino ad oggi l’hanno visto il pole position (foto by InfoPhoto).

Da “A che ora è la fine del mondo?” a “Miss Mondo”, da “Fuori come va?” a “Nome e cognome” fino ad “Arrivederci, mostro!” e l’ultimo “Mondovisione” sono gli album del suo successo e del suo talento. Un talento che non si ferma alla musica ma tocca anche il cinema, con “Radiofreccia” e “Da zero a dieci”e la letteratura con “La neve se ne frega”, “Lettere d’amore nel frigo” e “Il rumore dei baci a vuoto”.

E non ha proprio intenzione di fermarsi visto che, oltre al Mondovisione tour che lo vedrà presto negli stadi di tutta Italia, Liga è partito con un nuovo progetto “Radiofreccia”, l’11 marzo, che prevede 5 serate di musica in onda  in radiovisione sulle frequenze di RTL 102.5 e sul LigaChannel (clicca qui per saperne di più).