Giunge alla diciassettesima edizione il grande appuntamento estivo di Lucca con la musica internazionale, il Lucca Summer Festival, che negli anni passati ha avuto l’onore di ospitare dei giganti come Bob Dylan, Leonard Cohen, Pat Metheny, Eric Clapton, Santana, Paco De Lucia, Peter Gabriel e moltissimi altri.

Quest’anno la manifestazione si svolge dal 2 al 26 luglio in Piazza Napoleone, all’insegna di un calendario che mette d’accordo sia gli amanti della musica pop che quelli della musica maggiormente concentrata sugli strumenti, passando per la furia dell’elettronica più spietata.

Ad aprire le danze del Festival ci penseranno il 2 luglio gli Eagles, il leggendario gruppo country rock divenuto famoso grazie alla hit planetaria Hotel California (e relativo album). La band è impegnata in un tour che riprende molti dei classici in repertorio ma propone anche brani mai suonati prima dal vivo.

Il 7 luglio è il turno di An Evening of Guitars, jam session collettiva dei migliori chitarristi del mondo, che purtroppo ha dovuto rinunciare alla presenza di Jeff Beck, diventando un evento gratuito all’insegna dell’eccellente tecnica musicale.

Il 10 luglio arrivano i Prodigy, formazione britannica che farà ballare tutta la piazza con la rave music più potente, in grado di far tremare i palazzi circostanti.

L’11 c’è spazio per la più delicata espressione pop di Emma Marrone, reduce dal non troppo entusiasmante impegno dell’Eurovision Song Contest, ma sempre in grande forma come dimostrano le classifiche di vendita.

Il 15 Nile Rodgers i suoi Chic porteranno la disco dance a Lucca. Il geniale chitarrista ha segnato un’intera epoca, e recentemente è tornato alla ribalta grazie alla collaborazione con i Daft Punk in Random Access Memories.

Il 17 ancora pop di classe con Elisa, che ha pubblicato da poco l’album di inediti L’anima vola, il primo interamente in italiano. A supporto della cantante, che ha collaborato anche con Ennio Morricone, ci sarà Fiorella Mannoia.

Il 18 riposo ridanciano con l’esibizione del comico Panariello e il suo spettacolo E basta 2.0, un’osservazione sull’attualità e la quotidianità degli italiani.

20 luglio. Con oltre 100 milioni di album venduti in tutto il mondo Stevie Wonders non ha bisogno di presentazioni, dato che ha scritto pagine intere della musica pop grazie alla sua voce, esempio fulgido di soul sanguigno.

Il 23 si cambia genere con i Backstreet Boys, la boyband che negli anni ’90 ha fatto impazzire le ragazzine del pianeta. La loro reunione desta indubbiamente molta curiosità, sia tra i nuovi che i vecchi fan.

Il 24 è il turno di Enzo Avitabile, sassofonista e cantante napoletano che ha creato una tradizione di world music che prende spunto dalla tradizione partenopea e mischia jazz, fusion e pop. Avitabile, reso celebre dal documentario dedicatogli da Jonathan Demme, si esibirà con il gruppo della Black Tarantella.

Il 26 chiusura affidata ai The National, il celeberrimo gruppo indie rock americano, malinconico e suadente. L’apertura del concerto sarà affidata alla cantautrice Cat Power.