La procedura è sempre la stessa, il cliché anche: avvenente donna-mantide che frega i suoi ricchi e sprovveduti amanti, prosciugandogli il conto corrente a loro insaputa. Protagonista della vicenda, ancora una volta, Sylvie Lubamba. 42 anni, la giunonica showgirl fiorentina di origine congolese è nota al grande pubblico per la sua partecipazione al programma “Markette” di Piero Chiambretti, al piccolo pubblico per il suo passato da escort, e alle forze dell’ordine per una serie di reati simili accumulati nel corso degli anni e per i quali, lo scorso primo agosto, era stata condannata a Milano a 3 anni e 9 mesi di reclusione.

La polizia l’ha arrestata a Roma dopo averla attirata in commissariato con un’esca – alla showgirl era stato detto di recarsi lì per il riconoscimento fotografico del presunto responsabile del furto di bagagli per il quale lei stessa aveva sporto denuncia. Lubamba ci è cascata e sono scattate immediatamente le manette. Il vizietto della showgirl (fiancheggiata da madre e sorella, peraltro) era noto da tempo: intesseva una relazione amorosa (si fa per dire) con il politico o l’imprenditore di turno, per poi abusare delle sue carte di credito per prenotare voli e hotel in giro per il paese. Il trucco, e anche il mestiere, più vecchio del mondo, e che pare funzioni ancora alla grande. Ora Lubamba è rinchiusa nel carcere di Regina Coeli.

LEGGI ANCHE:

Clizia Incorvaia, la bionda di Chiambretti