Arriva “Lovelace“, il film biografia sulla celebre interprete di “Gola prodonda”. Primo film hard a uscire dalla clandestinità nella storia del cinema.

Il film dedicato alla pornostar Linda Lovelace, interpretata da Amanda Seyfried (foto by InfoPhoto), debutta in questi giorni al Sundance Festival,  evento che durerà fino al 27 gennaio nello Utah.

La bella protagonista si è presentata ai fotografi in versione bruna, proprio come Linda. E dalle prime sequenze diffuse la somiglianza con la pornostar è notevole.

Amanda ha girato in contemporanea il musical Les misérables, nel quale interpreta la tenera orfana Cosette, e poi Lovelace, nel quale presta volto e corpo alla prima diva dei film a luci rosse. L’attrice racconta al settimanale Gioia “Ho girato i film quasi contemporaneamente, per cui sono passata dal simulare sesso orale a interpretare una creatura virginale. Davvero surreale!”.

E aggiunge: “La storia non è tanto incentrata sulla carriera di Linda nel mondo della pornografia, quanto sulla sua vita, affascinante e problematica, segnata da abusi, in particolare da parte del marito. Mi ha fatto piacere raccontare questo aspetto un po’ oscuro della sua personalità: è stato una sorta di omaggio a Linda come donna, alla quale non era stato riconosciuto il talento”.

Nel 1972, quando uscì “Gola profonda“, andava di moda la bellezza naturale. E, visto lo scandalo e la curiosità suscitate dal film, non è stata nemmeno necessaria un’attrice particolarmente appariscente; per una volta scartati i siliconi e gli interventi di chirurgia estetica.

Insomma, la Lovelace sarebbe potuta benissimo essere la vicina della porta accanto e la Seyfried incarna benissimo quella bellezza acqua e sapone.