Un ruolo intenso, significativo, ma anche molto difficile quello capitato all’attrice Amanda Seyfried che interpreterà Linda Lovelace in Lovelace, per l’appunto, ultima fatica di Rob Epstein e Jeffrey Friedman.

Nel ruolo della star famosa per il film Gola profonda, pellicola che nel 1972 ha portato alla ribalta globale, non senza choc, l’universo della pornografia, poi un simbolo della battaglia per i diritti delle donne sfruttate.

La bravissima Amanda racconta nell’intervista che vi proponiamo qui sotto la complessità di questo ruolo: “Quando mi hanno proposto questo personaggio – ha detto l’attrice a Londra – ho sentito molta fiducia e l’ho considerato un onore. Entrare nella vita di una persona però è una responsabilità pesante e alla fine della giornata mi dicevo che non volevo più fare un personaggio di questo tipo“.

Impegnativo anche il ruolo di Peter Sarsgaard, che nel film impersona Chuck Traynor, marito, manager e in fondo sfruttatore della donna. “Questo – ha detto l’attore – è un personaggio dal quale si scappa via intimiditi. Io forse ho una mappa per trovare certi ruoli“.