Uscirà il 31 marzo Love and Mercy, la pellicola dedicata alla vita e ai tanti ostacoli incontrati da Brian Wilson, storico co-fondatore e principale compositore dei Beach Boys, considerato dai critici come uno dei più personaggi più innovativi e influenti del pop moderno.

Quella di Wilson è una carriera che è caratterizzata sia dal successo planetario quanto dai momenti di sconforto, evidenziati dall’esaurimento nervoso che ha portato alla cancellazione di Smile, il successore del leggendario Pet Sounds e che lo ha indotto lentamente a isolarsi dal resto della band.

A dirigere la pellicola vi è Bill Pohlad, di norma produttore esecutivo qui passato alla regia, la seconda in curriculum.

La struttura del film è per così dire bipartita, dato che seguiamo la vita dell’artista in due differenti momenti. Nella prima parte a vestire i panni del protagonista è Paul Dano: l’attore de Il petroliere e 12 anni schiavo a porta in scena il momento di massimo splendore del genio creativo che ha portato alla realizzazione di singoli come Surfer Girl, Fun, Fun, Fun, Good Vibrations God Only Knows, almeno fino al tracollo.

Nella seconda invece il ruolo passa a John Cusack, che abbiamo visto di recente in Maps to the Stars: vediamo Brian Wilson riprendersi dal momento di instabilità anche grazie al supporto della sua futura moglie Melinda Ledbetter, interpretata da Elizabeth Banks. A contribuire alla sua rinascita anche la rottura del legame malato che Wilson ha instaurato con il terapista Eugene Landy, che ha le fattezze di Paul Giamatti.

Nella featurette che vi proponiamo i veri Brian e Melinda parlano proprio dell’esperienza del loro primo incontro e del ruolo salvifico della storia d’amore, riportati con grande fedeltà in Love and Mercy.

Nella clip invece ci immergiamo nel processo creativo di Wilson, ossessionato da una canzone che non riesce a togliersi dalla testa e di cui ripete ossessivamente lo scheletro al pianoforte.