Lou Reed si è finalmente svelato, eccolo quindi che passa da icona del rock a fotografo…e che fotografo. Di recente a Parigi è stato presentato una volume fotografico : “Rimes – Rhymes” che contiene circa 300 scatti che Lou Reed ha raccolto e coltivato per ben 46 anni.  Un volume scaturito da anni e anni di fotografie scattate in giro per il mondo, in tutti i suoi tour Lou Reed infatti si è sempre portato la sua inseparabile macchina fotografica, grazie alla quale ha potuto cogliere il meglio di ogni posto dove è stato.
Pare proprio che dietro ad ogni scatto ci sia tecnica e talento, ingredienti che non possono mandare ad un buon fotografo. Durante la presentazione del libro Reed ha detto:  “Sì, penso che Dio, se esiste, dovrebbe possedere una Leica” e “È tutto una questione di luci, mi piace guardare attraverso l’obiettivo, concentrarmi su cosa cattura la mia attenzione e ritagliare il tutto nell’inquadratura. D’abitudine ciò che vedo da questa prospettiva è più bello della realtà”
Come ogni star che si rispetti…anche Lou Reed non smette mai di stupire!