A “Verissimo” parla Lory Del Santo, concorrente del “Grande Fratello Vip”, che ha trascorso uno dei periodi più difficili della sua vita a causa della morte del figlio Loren. Nonostante il dolore, la showgirl ha deciso di partecipare al reality show di Canale 5, come fosse una terapia:

È stato un momento fondamentale e se non fossi andata lì, avrei avuto tante difficoltà. Non mi pento di nulla. È stata una lotta apparire sempre perfetta e carina. Non volevo assolutamente condizionare nessuno, magari rattristando i miei compagni, al contrario, volevo mostrare un lato di me comico e spiritoso.

E ancora:

Sono entrata sperando di essere me stessa e soprattutto sperando di poter essere un piccolo esempio,  trasmettendo il messaggio che ce la si può fare. La morte deve essere un punto per poi riuscire ad andare avanti, perché questa vita vale la pena di essere vissuta. Bisogna partire dalle piccole cose, perché da queste si può ricostruire la felicità.

Dopo la partecipazione al GF Vip, Lory Del Santo ha spiegato di sentirsi come “una macchina con gli ammortizzatori”:

Dei cuscinetti che mi proteggono e mi permettono di allontanarmi dal problema. In questi giorni ho cercato più volte di non pensare a quello che mi è accaduto, costringendomi a pensare ad altro. Ora sono in una specie di limbo e cercherò di starci ancora per un po’. Il mio compagno Marco è bravissimo e mi sta vicino. Avere qualcuno nella vita è importante.