Si è spento a 84 anni, in Virginia (Usa), a causa di complicazioni insorte dopo una polmonite, uno dei più grandi direttori d’orchestra di tutti i tempi, Lorin Maazel. Nato in Francia da genitori statunitensi, Maazel è stato un bambino prodigio, tanto da iniziare a studiare direzione d’orchestra all’età di soli sette anni.

Vincitore di dieci Grand Prix du Disque Awards, Maazel ha ricevuto anche numerose onorificenze (tra cui la Legion d’Onore francese e il titolo di Ambasciatore di Buona Volontà dell’ONU).

Tra gli incarichi rivestiti è stato direttore artistico dell’Opera di Berlino, direttore musicale della Radio Sinfonica di Berlino, dell’Orchestra di Cleveland, della New York Philarmonic e dell’Orchestre national de France. In alcune occasioni si è anche dilettato con la composizione di opere (la sua prima opera, “1984“, era basata sull’omonimo romanzo di George Orwell) e ha all’attivo più di 300 incisioni discografiche (tra cui i cicli completi di alcuni dei più grandi musicisti di sempre: Beethoven, Brahms, Mahler, Sibelius, Rachmaninov, Čajkovskij).

Maazel ha diretto l’orchestra per il tradizionale concerto di Capodanno dal 1980 al 1986 e poi ancora nel 1994, 1996, 1999 e 2005.