Nel recente libro autobiografico Traslocando Loredana Bertè definisce lo zio “un poco di buono, uno che entrate e usciva di prigione”. Un giudizio molto duro, che a quanto pare non è piaciuto per nulla al 76enne Rodolfo Dato, il quale attraverso il suo avvocato Luca Anticoli ha deciso di sporgere denuncia.

Il fratello della madre della cantante ha depositato una querela presso la Procura di Padova: l’accusa è presto detta, ovvero quella di diffamazione.

Ma quella di Dato non sarebbe solo una difesa della propria persona, ma anche della memoria della nonna della Bertè, ovvero sua madre (venuta a mancare nel 1958).

Nel volume dito da Rizzo si legge intanto un passo particolarmente tagliente in cui si parla del rapporto tra madre e figlio: “Mia nonna aveva un sacco di galline e sapeva come difendersi dallo zio Rodolfo, un poco di buono che entrava e usciva di galera e le fregava sempre i soldi. Sotto la gonna aveva cucito delle tasche interne, piangeva miseria ma a sera quando si spogliava dal nascondiglio uscivano i risparmi, rotoli di denaro che rivelavano ricchezze inaspettate. Viveva tra il pollaio e l’uscio della stamberga”.

L’intenzione di Dato e del suo avvocato sarebbero quella di trovare un accordo con la Bertè e per questo motivo i due si sono rivolti all’Organismo di Conciliazione Forense di Milano. Zio e nipote in realtà non si vedono più da 20 anni, per cui l’ipotesi sembra essere piuttosto remota, almeno dal punto di vista personale.

Nel caso in cui non si riesca a trovare terreno comune di discussione lo zio della Bertè è intenzionato a chiedere la cifra astronomica di 1 milione di euro, equamente divisa tra la nipote e la casa editrice.

In questi giorni la cantante sta pubblicizzando il suo ultimo album Amici non ne ho…ma amiche sì!, nato anche grazie alla collaborazione con la produttrice Fiorella Mannoia e Carlo De Francesco. Si tratta di un disco di duetti tutto al femminile in cui sono presenti anche Patty Pravo, Noemi, Emma, Alessandra Amoroso, Elisa, Irene Grandi, Nina Zilli e tante altre.