Dopo il successo nelle sale italiane del fil di animazione in 3D “Cattivissimo me”, la Illumination MacGuff porta al cinema una nuova pellicola animata, che strizza l’occhio ai capolavori Pixar.

Si tratta di “Lorax: il guardiano della foresta”, una fiaba per bambini che dimostra essere adatta anche ad un pubblico adulto. Il film è tratto da una fiaba di Theodor Seuss, da tutti conosciuto come il Dr Seuss, il creatore del celebre Grinch.

Un racconto ambientalista che tratta il tema dell’ecologia, tentando, in questo modo, di emulare “Wall E” e, anche se se ne discosta profondamente, non si può non notare l’abile regia di Chris Renaud, molto migliorata nell’utilizzo del 3D e nelle tecniche di narrazione rispetto a “Cattivissimo me”.

Il protagonista della storia è Ted, un ragazzino che vive a ThneedVille, una città totalmente costruita dall’uomo in cui non c’è nemmeno un albero, tanto che i suoi abitanti sono costretti a comperare ossigeno in bottiglia da O’Hare, il sindaco della città.

Ted è innamorato della sua vicina di casa e scopre che l’unico metodo per conquistarla è portare un vero albero nella loro città. Per arrivare al suo obiettivo si rivolgerà a Once-ler, un vecchio saggio che vive fuori dai confini cittadini e che conserva ancora l’ultimo seme disponibile per far tornare gli alberi in città.

Un bel film, che diverte i bambini e da riflettere gli adulti. Uscirà in Italia il 30 marzo.