La regione Lombardia rimette a nuovo le strutture cinematografiche e mette al bando una cifra di bene due milioni di euro per gli imprenditori che desiderano ammodernare l’impianto di proiezione delle sale con l’acquisto di apparecchiature digitali.

Massimo Zanello, sottosegretario regionale al Cinema, ha spiegato in un comunicato che, attraverso questo bando della regione, sarà finalmente possibile ridurre i costi di distribuzione.

Il digitale potrebbe consentire inoltre un minore costo di mantenimento delle sale.

L’operazione in corso ha, secondo il sottosegretario, soprattutto il fine di dare la possibilità di portare anche nei piccoli centri grandi eventi di spettacolo teatrali e musicali ed aumentare così la platea di spettatori.

“E tutto questo si può fare con un deciso adeguamento di natura tecnologica”

Le richieste di accesso al fondo possono essere effettuate da enti locali o anche da soggetti privati con personalità giuridica e possono essere inoltrate per le apparecchiature digitali adibite alla proiezione, per le opere funzionali all’installazione dei macchinari per la digitalizzazione, per le spese di progettazione e di direzione dei lavori comprese entro un limite del 7% del costo complessivo.

L’importo della sovvenzione tuttavia non potrà essere superiore al 70% del totale delle spese e per un importo massimo pari a 250mila euro.

Il contributo si compone di un 75% a titolo di finanziamento agevolato e di un 25% a titolo di contributo a fondo perduto.