Oggi non è certamente un mistero che ai divi del cinema sia concesso uno spintissimo fotoritocco, generalmente allo scopo di perfezionarne i lineamenti o di eliminarne i difetti, ma questa volta il lavoro di post produzione su Raoul Bova lascia increduli visto che ha, letteralmente, generato un mostro!Ai pubblicitari che hanno lavorato sulla locandina del film “Immaturi – il viaggio”, all’attore italiano e sex symbol Raoul Bova è spuntata…una terza mano.

Bova, infatti, in una delle locandine del sequel del fortunato “Immaturi”, da poco uscito nelle sale cinematografiche italiane, è stato fotografato nella posa di cingere con le sue braccia l’attrice Luisa Ranieri, che nel film recita nei panni della sua fidanzata.

Ma purtroppo ai grafici che hanno lavorato sulla suddetta immagine pubblicitaria, è scappato un erroraccio: le mani dell’appassionato Bova sono più di due.

Nell’immagine la coppia è raffigurata a destra e Bova, oltre a poggiare una delle sue mani sulla gamba della Ranieri, ne poggia altre due sul suo fianco. Il particolare non è sfuggito neppure alla stampa estera e il sito www.psdisaster.com, un blog scritto in lingua inglese, gli dedica un divertente commento.

Nonostante la locandina, il film di Genovese ha giustamente raccolto un nuovo successo di pubblico e critica.