Marco Baldini, compagno storico di Fiorello sia in radio che in televisione, dal 2011 in poi ha avuto numerosi problemi con i giochi d’azzardo tanto che ora si trova con forti debiti sulle spalle. Ultimamente ha affidato al suo profilo Facebook pensieri e poesie a testimonianza del periodo complicato che sta attraversando, ma lunedì scorso è uscito allo scoperto con un lungo sfogo, per spiegare ai suoi fan quanto è consapevole della situazione in cui si ritrova:

“Stasera non scriverò una filastrocca non mi esprimerò in rima non userò metafore. È strano per me parlare così, dopo tanto tempo che cerco di far combaciare le parole, di usare delle immagini per esprimere ciò che provo, di giocare con le frasi per addolcire i pensieri spesso troppo pesanti. Che vi devo dire : c’è chi la chiama vecchiaia, chi depressione, chi maschera questi concetti con la parole “saggezza” o “maturità” ma se fossi stato maturo o saggio non avrei combinato quello che ho combinato, io uso un altro termine: consapevolezza [...] se sei consapevole di aver distrutto qualcosa di importante tipo la tua vita o peggio ancora anche la vita di qualcun’altro, la parola “consapevolezza” diventa “colpevolezza“.

Tante le frasi fatte o le critiche che gli utenti web hanno lanciato a Baldini, ma il conduttore radiofonico, consapevole dei suoi sbagli, sa che almeno non si è mai nascosto dietro ad un dito:

“Ho sicuramente tutti i difetti del mondo, ho commesso azioni scellerate al limite della follia, ho sprecato tutto il talento che avevo, ho fatto anche tanto altro che non posso raccontare, ma una cosa non ho mai fatto: Non mi sono mai nascosto. Questo mi ha penalizzato perché nel mondo dorato dello ” Showbitz ” essere sincero non è permesso se ciò non combacia con l’immagine che devi dare”.

Insomma, Marco ha voluto parlare a cuore aperto, senza giri di parole, e giustifica così questa sua testimonianza diretta:

“Perché ho scritto tutto questo? Bella domanda . Forse per onor del vero, forse perché i social per me funzionano come il lettino dell’analista, forse perché un personaggio pubblico deve essere pubblico davvero, forse perché sono stanco davvero e voglio sparire ….o forse perché sono un povero pirla e non cambierò mai… però ne sono consapevole”.

baldini