L’attore Horst Tappert, famosissimo ispettore Derrick della tv, accusato, a cinque anni dalla sua morte, di aver fatto parte delle SS naziste. Vediamo insieme cosa è accaduto!

Nell’immaginario collettivo è lui l’ispettore che risolve i problemi, il buono per eccellenza: l’Ispettore Derrick. Più di 280 episodi, trasmessi in 102 paesi, compresi il nostro. E quando l’attore Horst Tappert, storico volto dell’ispettore, nel 2005 ci aveva lasciati, eravamo anche rimasti un po’ male della sua dipartita (che comunque è arrivata a 85 anni).

Proprio nelle scorse ore, però, il quotidiano tedesco Faz ha rivelato, grazie ad alcuni documenti rimasti celati per anni, sin dalla Seconda Guerra Mondiale e ora venuti alla luce, che Tappert faceva parte delle SS naziste.

Una notizia che non ha solo sconvolto i tedeschi – e anche un po’ l’Italia, che, come gli altri 101 paesi, aveva adottato l’ispettore – ma anche la rete televisiva principale, tanto da cancellare per sempre dagli schermi le repliche dell’Ispettore Derrick.

Non si hanno ancora dettagli che possano far luce su questa triste storia. Se Toppart abbia compiuto azioni terribili da SS non lo sappiamo e, considerati i tempi, è altamente probabile.

Come è riuscito ad evitare tutti i processi e la pubblica accusa? E come è possibile che per anni, quasi cinquanta, nessuno si sia accorto di niente? Il mistero giace con lui nella tomba: o forse non è troppo tardi per capire l’accaduto?