Brutto colpo per tutti i fan dell’ispettore Derrick, almeno per quanto riguarda quelli in patria.

È infatti di oggi la storica decisione presa dalla televisione pubblica tedesca, la Zdf, che continuava a mandare in onda le amatissime repliche del telefilm poliziesco: a causa del passato dell’attore protagonista, Horst Tappert, si è infatti scelto di proibirne per sempre la trasmissione.

Scomparso nel 2008 a 85 anni, l’interprete venne infatti smascherato nel 2013, quando tramite una serie di documenti riemerse il suo passato nazista tra le fila delle SS, in un reparto della contraerea del quattordicesimo reggimento corazzato conosciuto come Totenkopf, ovvero “teschio”.

A scoprire la vicenda fu la Bild, che pubblicò fotografie di vari cimeli appartenenti a Tappert, incluso un libro di chiara idelogia nazifascista con inclusa dedica al futuro attore. Non solo, ma anche una decorazione onoraria per una ferita sul campo di battaglia e la piastrina di riconoscimento usata mentre si trovava nell’esercito.

Il serial è andato in onda in patria tra il 1974 e il 1998, garantendosi un’enorme popolarità anche in Italia, un po’ per gioco un po’ per effettivo apprezzamento di quel tipo di poliziesco molto diverso dai testosteronici equivalenti americani.

Un portavoce delle tv di stato ha fatto sapere che l’Ispettore Derrick non è più nei palinsesti presenti o futuri delle reti: “L’emittente non ha in programma neppure in futuro la riproposizione della serie”.

Un triste epilogo per un prodotto di intrattenimento storico che forse avrebbe meritato miglior sorte.