Il film diretto da Giuliano Montaldo “L’industriale”, di prossima uscita (13 gennaio 2012) è stato già proiettato al festival Internazionale del Cinema di Roma ed ha avuto uno spettatore speciale: il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Il Capo dello Stato, infatti, senza aver ricevuto alcun invito da parte degli organizzatori della kermesse capitolina né tantomeno da parte della produttori e distributori del film, si è presentato ad ottobre presso l’Auditorium Santa Cecilia di Roma, pagando di tasca propria i due biglietti per la proiezione.

Accompagnato da sua moglie Clio, Giorgio Napolitano ha dunque già assistito alla proiezione di questo film che ha come protagonisti Pierfrancesco Favino e Carolina Crescentini.

La pellicola di Montaldo, ambientata a Torino, città italiana industriale per eccellenza, ma che potrebbe essere qualsiasi altra città, in Italia e nel mondo, parla di crisi ma lo fa dalla prospettiva dell’industriale.

Giuliano Montaldo in una intervista ha dichiarato di essere stato colpito anche dal numero dei suicidi avvenuti in nord Italia a seguito del tracollo finanziario, del fallimento della propria azienda e dunque ai licenziamenti dei dipendenti e degli operai.

Ma per tornare alla presenza di Napolitano alla pubblica anteprima del film avvenuta durante il festival di Roma, è interessante notare come un personaggio politico così amato, si sia interessato personalmente al film, come a voler sottolineare che il tema dominante di questi ultimi mesi, che ha prostrato intere famiglie di concittadini, gli stia decisamente a cuore.