Stadio Atlantico completamente sold out per la tappa pescarese del Mondovisione Tour di Luciano Ligabue.

Il concerto inizia alle 21.30, ma gli oltre 27mila fan presenti al concerto vengono intrattenuti per l’ora precedente dal Radiofreccia live, una selezione di musica curata dallo stesso rocker, conclusa con Another Brick in the Wall dei Pink Floyd.

Puntuale e rispettoso del pubblico, Ligabue arriva all’orario stabilito e come da tradizione dei suoi ultimi concerti inaugura la serata con Il muro del suono. Senza soluzione di continuità l’artista di Correggio che per la quinta volta visita Pescara inanella canzoni come Il volume delle tue bugie, Happy Hour, Ho messo via, Il giorno di dolore che uno ha, Siamo chi siamo, Balliamo sul mondo.

Tutti i presenti cantano a scuarciagola e si dimenano, dimostrando un affetto smisurato verso l’artista che con Mondovisione è arrivato al decimo album in studio. Il tour proseguirà poi il 23 luglio a Salerno, per poi riprendere a settembre a Trieste, Torino, Bologna e Bari.

Tra i classici della serata proposti da Ligabue anche Urlando contro il cielo, La neve se ne frega, Ho perso le parole, A che ora è la fine del mondo, Piccola stella senza cielo, Tra palco e realtà e Certe notti.