Report“, programma d’inchiesta su Raitre, ha dedicato l’ultima sua puntata “Sotto le stelle” ai ristoranti di lusso e pluripremiati per capire i loro meccanismi interni e la situazione lavorativa che vi si ritrova. Ad essere intervistato è stato anche l’ex cuoco del “Ricci”, il ristorante aperto in via Pisani a Milano da Belen Rodriguez e Joe Bastianich.

Grazie ai nomi così importanti a cui è associato, il locale è diventato immediatamente un posto frequentato da molti personaggi del mondo dello spettacolo e meta di moltissimi curiosi che, trovandosi in città, non possono che farvi una capatina. La situazione all’interno del ristorante, però, non è così rosea come ci si immagina e a confessarlo è lo chef che ci lavorava. L’uomo, intervistato dal giornalista Bernardo Iovene, ha deciso di restare anonimo e ha rivelato le condizioni lavorative pessime che ha dovuto affrontare quando era impiegato nel locale della Rodriguez:

“Fino alla fine ho pensato al fatto che lavoravo per conto di grossi personaggi e che sarebbe stato impossibile ricevere lo stesso trattamento con cui ero stato trattato negli altri ristoranti. Invece no, è identico, medesimo. E la delusione è anche più grande perché si tratta di personaggi famosi, sono quelli che vedi in tv e che ti dicono come cucinare, cosa fare e cosa non fare“.

L’ex cuoco ammette, così, di essere stato letteralmente sfruttato e , per di più, sottopagato:

“Il Ricci è anche di Bastianich e della Belen. Ero assunto in regola, mi è capitato di fare anche 16 o 17 ore al giorno. Però mi pagavano come otto ore e questo era sistematico“.

Nonostante la situazione fosse fatta presente ai titolari, per lo chef non ci sono stati mai cambiamenti fin quando ha deciso di abbandonare la professione:

“Mi dicevano che, se non mi stava bene, me ne potevo andare. [...] In realtà, poi, ti rendi conto che hanno giocato con la tua vita. Non aprirò mai un ristorante, va bene, ma non importa. Quanti sogni ho bruciato ai miei figli, senza neanche che loro si siano avvicinati, solo perché io ho deciso di perseguire il mio”.

Una denuncia pesante quella dell’ex cuoco ma, dal canto suo, il “Ricci” ha smentito tutto dichiarando che al suo interno non si sono mai verificate situazione del genere.