La Paramount Pictures e Leonardo DiCaprio con la sua Appian Way sarebbero pronte a unirsi per un progetto cinematografico basato sullo scandalo Diesel-Gate che ha colpito la storica azienda automobilistica Volkswagen.

A dare la notizia è stata Variety, secondo la quale i due team produttivi avrebbero acquistato i diritti di sfruttamento cinematografico della proposta di libro (quindi non ancora un volume attualmente edito) del giornalista Jack Ewing.

Corrispondente economico del New York Times, Ewing ha coperto lo scandalo da questo è stato svelato lo scorso mese, e con il suo prossimo libro cercherà di documentare in che modo l’etica e la cultura aziendale di Volkswagen abbiano portato un colosso a truccare i risultati delle emissioni delle proprie automobili.

Secondo il CEO americano dell’azienda tedesca, Michael Horn, la Volkswagen sarebbe stata consapevole del raggiro sin dal 2014, ma il software e i componenti interessati sarebbero stati inseriti nelle vetture dal 2009.

Al momento non sono stati annunciati gli attori e il regista che si occuperanno del film sul Diesel-Gate, ma è chiaro che DiCaprio, tra le star più attive nella promozione e nel finanziamento di cause ambientaliste, sia interessato a produrre la pellicola in compagnia della collega Jennifer Davisson.

Hollywood ha una lunga tradizione di film basati su scandali finanziari e aziendali, per non parlare di quelli politici e in questo periodo altre due pellicole di questo genere sono in produzione.

La prima, della Lions Gate, è Deepwater Horizon, che uscirà l’anno prossimo e sarà incentrata sull’esplosione del 2010 della piattaforma per l’estrazione petrolifera. Il protagonista dovrebbe esser Mark Wahlberg. La Paramount invece si concentrerà su The Big Short, un film basato sul libro di Michael Lewis imperniato sul collasso del mercato immobiliare.

Per vedere invece Leonardo DiCaprio al cinema basterà aspettare l’uscita della nuova opera di Alejandro Gonzales Inarritu, The Revenant, un western epico ambientato nel Canada più selvaggio nelle sale italiane dal 28 gennaio.