Spock se ne è andato via. A 83 anni Leonard Nimoy è morto nella sua casa di Los Angeles, stroncato da una grave malattia polmonare che già nei giorni scorsi lo aveva obbligato ad un ricovero in ospedale. Amato dai fan di Star Trek come (e più di) William Shatner, il mitico capitano Kirk, Nimoy è stato l’icona più rappresentativa della serie TV che più di ogni altra ha inciso nell’immaginario fantascientifico moderno. Il saluto vulcaniano, inventato proprio dall’attore, e le orecchie a punta lo hanno impresso indelebilmente nelle menti dei trekkers di tutto il mondo.

Nimoy era un’icona così potente di Star Trek da essere richiamato in servizio anche nei recenti blockbuster di J. J. Abrams dedicati alle avventure dell’Enterprise dove l’attore è apparso per dei cameo.

Nei giorni scorsi, dopo il suo ricovero in ospedale, Nimoy aveva commentato su Twitter con la sua proverbiale saggezza la sua malattia:

La vita è come un giardino. I momenti perfetti si possono avere ma non mantenere, se non nella memoria. Lunga Vita e Prosperità

https://twitter.com/TheRealNimoy/status/569762773204217857

Lunga vita e prosperità signor Spock!