Non più protagonista dei rotocalchi di gossip, il manager dei vip Lele Mora si è sbizzarrito al programma radiofonico “La Zanzara” su Radio24. Interrogato circa le avventure legali di Fabrizio Corona, suo ex pupillo che ora è ai servizi sociali presso la comunità ”Exodus” di Don Mazzi, Mora ha così detto la sua senza peli sulla lingua:

“Corona? Ha qualche santo in tribunale, se io faccio la pipì fuori dal vaso allago l’Italia e lui invece… Aveva 14 anni da scontare, e allora o ha un bravissimo avvocato o ha qualche giudice in paradiso. Poi per lui si sono mossi tutti, da Celentano in giù”.

Stuzzicato dai presentatori, il manager ha rincarato la dose svelando particolari maliziosi sul passato del re dei paparazzi e sulla sua artificiale virilità, ottenuta grazie a interventi chirurgici e all’assunzione di viagra:

“Corona dovrebbe farsi qualche punturina in meno di botulino. Tra l’altro ha pure cambiato chirurgo, che non è più Urtis ma un certo Dario Bertossi. [...] Lui non ha più il tiraggio di una volta, gli tirava col viagra, adesso non gli tira più e fa le serate. Lui è un sex symbol e di solito i sex symbol tromba*o: e allora faceva un uso smodato di viagra. Pensate che una sera si è sbagliato perché si doveva scopa*e una sua ex, la Rodriguez, lei non gliel’ha data e lui si è presentato in una trasmissione con un coso tutto gonfio e non so cosa sia successo”.

Insomma, un Lele Mora a ruota libera che non poteva concludere l’intervista se non con un appunto circa il suo rapporto con Corona, che non è mai stato chiarito fino in fondo:

“Non abbiamo mai fatto sesso. Solo coccole, carezze e baci. Con la lingua, certo. E sennò come?”.