Ieri sera Lele Mora si è concesso ai microfoni de “Le Iene” raccontando la sua nuova vita e soprattutto svelando alcuni particolari inediti degli anni d’oro quando la sua agenzia fatturava milioni di euro l’anno gestendo i principali personaggi del mondo dello spettacolo. In seguito all’arresto per bancarotta e alle diverse condanne subite, l’ex agente dei vip sta scontando – in affidamento in prova ai servizi sociali - la pena residua. Lontano dal periodo d’oro della sua carriera e soprattutto lontano dai riflettori, Lele Mora ogni giorno si reca con un furgoncino, per tre volte alla settimana, al Mercato Ortofrutticolo di Milano, dove la missione è recuperare la frutta e la verdura in esubero per poi destinarla alle mense dei poveri della città. Un lavoro nobile che ha ridato dignità a Lele Mora.

Lele Mora e l’amore per Fabrizio Corona

Gli amori più grandi della sua vita sono stati tre. Tra questi quello con Fabrizio Corona: “Un amore che è finito. Un amore al quale io ho dato tanto, non a livello di soldi. L’amore non si compra. Il “lui”, davanti alla gente, quando veniva a casa tutti i giorni, l’ha sempre ammesso lui, se vedeva qualcosa che gli dava fastidio, diceva: “Tu chi sei che ti permetti di sederti al mio posto? Sai che questa è casa del mio fidanzato?”. Poi per scherzo, per verità, per interesse, per amore, per passione, è stato furbo, ha carpito tutto, come funzionava un sistema. Non ho mai tenuto tutto per me. Certo, sono uno che non si fa fot***e, hai capito? Lui ci è riuscito. In tutti i sensi, non in quel senso là” ha confessato Lele Mora a “Le Iene”.

Lele Mora scenderà in campo con un movimento politico

L’ex agente dei vip ha ammesso di sentirsi attratto all’80% dalla figura maschile e al 20% da quella femminile. “Mia moglie, quella che mi ha dato due figli, io l’ho amata follemente” ha precisato. E, allora, con i ragazzi che Lele Mora rappresentava attraverso la sua agenzia ci sono stati rapporti sessuali? La sua risposta è secca: “No”.

Adesso, che ha ripreso in mano la sua vita, ha annunciato di voler scendere in campo con un nuovo movimento politico, una volta finito il suo affidamento in prova ai servizi sociali: “Ho già pronto tutto” ha fatto sapere Lele Mora che, però, non ha rinnegato la sua passione per il Mussolini “socialista”.