L’universo Marvel in televisione si amplia notevolmente con l’arrivo di Legion, la nuova serie che tangenzialmente si va a inserire nel mondo degli X-Men.

Creata dall’autore della trasposizione televisiva di Fargo, Noah Hawley, Legion sarà distribuita da Fox in più 125 Paesi e debutterà globalmente nello stesso giorno (ancora ignota la data, ma si presume nei primi mesi del 2017).

Negli Stati Uniti invece sarà mandata in onda da FX, che ha ordinato una prima stagione composta da otto episodi. Legion andrà così a inserirsi in un gruppo di serie tv che vengono trasmesso nello stesso arco temporale in tutto il globo, quali per esempio Wayward Pines, The Walking Dead e Outcast.

Come probabilmente sapranno gli appassionati di fumetti, Legion racconta la storia di un ragazzo, David Haller, che sin da quando bambino ha combattuto contro la malattia mentale. A causa delle voci che sente nella sua testa a David è stata diagnosticata una grave forma di schizofrenia, ed è stato paziente di istituti psichiatrici per molti anni.

Tuttavia David potrebbe non essere malato, semplicemente qualcosa di più che umano. Dopo un incontro con un altro paziente, il protagonista percepisce infatti che le voci che sente e le visioni che lo affliggono potrebbero essere molto reali.

Basato sull’omonimo personaggio degli albi Marvel, che nelle sue varie incarnazioni ha sempre fatto uso delle differenti abilità esibite dalle tante identità che racchiude in sé, Legion gode di un cast di tutto rispetto.

Nella serie tv compaiono infatti Dan Stevens (visto in Downton Abbey), Rachel Keller (della serie tv Fargo), Jean Smart, Aubrey Plaza (della sit-com Parks and Recreation), Jeremie Harris, Amber Midthunder, Katie Aselton e Bill Irwin.

La produzione degli otto episodi inizierà quest’estate a Vancouver: tra i produttori esecutivi figurono anche Bryan Singer (regista dell’ultimo X-Men Apocalypse), Simon Kinberg (sceneggiatori di molti cinecomic) e il fumettista Jeph Loeb.