Debutta questa sera alle 21.50 su Fox la serie tv che promette di rivoluzionare il genere ormai terribilmente affollato dei supereroi: Legion è infatti la nuova creatura della Marvel ad arrivare su piccolo schermo, ma il suo obiettivo principale sembra essere quello di distinguersi dalla massa.

A supervisionare l’intero progetto c’è infatti Noah Hawley, showrunner di Fargo, un’altra serie che ha completamente scombussolato il mondo delle trasposizioni televisive di famose pellicole cinematografiche.

Gli otto episodi di Legion servono da introduzione alla psiche compromessa di un personaggio che si ricollega direttamente all’universo cinematografico degli X-Men. David Haller, il ragazzo che da tempo è rinchiuso in un ospedale psichiatrico, è infatti il figlio del professor Charles Xavier, leader e mentore dei mutanti che combattono la discriminazione

Il protagonista, interpretato da Dan Stevens (The Guest, La Bella e la Bestia), è uno dei mutanti più potenti degli albi Marvel, ma i suoi poteri sono compromessi dalla sua precarietà psicologica; afflitto da schizofrenia, le sue capacità sono direttamente collegate alle tante identità che affollano la sua mente.

Per tutta la sua vita David ha pensato di essere semplicemente folle, ma l’incontro con una paziente, la bella Syd Barrett (omaggio ai Pink Floyd) che sembra capirlo bene farà balenare la possibilità che la sua malattia mentale nasconda qualcosa di molto più consistente e reale. David inizierà una terapia con la dottoressa Melanie Bird, che lo aiuterà a capire la natura dei suoi poteri.

A sorprendere gli spettatori, che negli USA hanno già premiato Legion con ottimi ascolti, c’è l’approccio sempre originale alla materia trattata, con rimandi alla cultura psichedelica degli anni ’60, utilizzo di una narratore inaffidabile e un’atmosfera introspettiva in genere poco frequentata dal genere.

Il cast della serie tv Legion è un eterogeneo mix di volti noti e meno noti del tubo catodico americano, essendo composto da Rachel Keller, Bill Irwin, Jean Smart, Jeremie Harris, Amber Midthunder e Aubrey Plaza.