Sono passati poco più di tre anni dalla morte di Michael Jackson, avvenuta il 25 giugno 2009,e il dolore per la scomparsa non sembra essersi affievolito.

Così come non sono diminuite le occasioni in cui i fan e gli amici del cantante decidono di celebrarlo. L’ultimo ad averlo fatto è il regista Spike Lee, suo intimo amico, che entro la fine dell’anno uscirà con un film documentario sul cantante più chiacchierato di sempre.

Ad annunciarlo lo stesso regista tramite un comunicato in cui conferma l’avvenuta realizzazione del docu-film, di cui ancora non si conosce il titolo, realizzato grazie ad una serie di filmati inediti ereditati dal regista.

L’uscita a fine anno è stata decisa in quanto molto del materiale del docu-film appartiene al periodo in cui Michael Jackson stava realizzando “Bad”, il suo terzo album, di cui, quest’anno, si celebra il 25° anniversario.

Per Michael Jackson “Bad” fu l’inizio del suo successo, l’album che cambiò totalmente la sua vita e la sua carriera, portandolo ad essere uno degli artisti più famosi ed amati di tutti i tempi.

Nel film, oltre a molti filmati inediti, anche la partecipazione di grandi artisti come Kanye West, Mariah Carey, LA Reid e Sheryl Crow, tramite dichiarazioni e interviste in cui raccontano le loro esperienze artistiche insieme al grande Michael.