“Morire di vecchiaia è un lusso”: nella Terra dei Fuochi, o anche nota come Triangolo della Morte, tra Caserta e Napoli, è così. L’incidenza dei tumori qui è superiore di tre volte alla media nazionale. Qui la Camorra ha sepolto e sversato ogni genere di rifiuto tossico, anche quelli nucleari che arrivano dal Nord Europa e dal Nord Italia.

Nella seconda puntata delle Iene (rivedi il servizio qui)Nadia Toffa  si occupa dello smaltimento illecito dei rifiuti industriali in Campania, di cui è tornato a parlare recentemente il pentito, ex boss dei casalesi, Carmine Schiavone.La Iena si reca nel territorio compreso tra Napoli e Caserta e qui documenta l’esistenza di diverse discariche abusive dove viene spesso riscontrata la presenza di rifiuti tossici. Vengono filmati i fumi tossici dovuti alle reazioni chimiche dei vari materiali industriali.

La Toffa incontra Don Patricello, un sacerdote che opera in questi territori e sempre in prima linea per tener alti i riflettori sull’argomento e ci racconta che qui se qualcuno ti regala le verdure del proprio orticello perchè sono coltivate in maniera sana pensa di farti un favore mentre ti sta uccidendo.

Le discariche della Campania sono per almeno metà riempite con rifiuti tossici provenienti dal Nord, i fanghi tossici di Porto Marghera sono in queste terre e la Camorra ha smaltito fanghi tossici industriali di una ditta bresciana per concimare i campi. È un problema che non riguarda solo la Campania, perché alcune di queste discariche sono confinanti con terreni coltivati a frutta e verdura, i cui prodotti vengono poi distribuiti in tutta Italia.