Filippo Roma è stato condannato per diffamazione a pagare 53 mila euro per le accuse infondate che aveva lanciato durante un servizio de Le Iene. La sentenza riguarda un’inchiesta di Filippo Roma andata in onda a Gennaio 2013 dove sosteneva che le riviste Nuovo e Diva e Donna del gruppo Cairo Editore avessero pubblicato interviste inventate a diversi personaggi famosi.

Il tribunale ha condannato Roma a pagare 1000 euro di multa per diffamazione e altri 52 mila euro come risarcimento a Cairo Editore, ai direttori delle due riviste e alla giornalista del pezzo.

Nel servizio andato in onda alcuni personaggi fammi come Gigi D’Alessio, Anna Tatangelo, Belen Rodriguez, Vanessa Incontrada, Antonella Clerici, Elenoire Casalegno e Monica Leofreddi avevano negato di aver rilasciato le interviste alle riviste. La Cairo Editore però ha portato in tribunale le registrazioni audio delle riviste e ha vinto la causa.

Assolti invece l’ex direttore di Italia Uno Luca Tiraboschi, l’autore de Le Iene Davide Parenti per non aver commesso e il fatto e anche tutti i vip chiamati in causa da Cairo in quanto si sarebbero prestati a rilasciare dichiarazioni utili a confezionare l’inchiesta di Roma, poichè il fatto non costituisce reato.

Il giudice ha 90 giorni di tempo per depositare le motivazioni della sentenza che chiariranno del tutto la situazione e la decisione della legge.