L’ultima puntata del “Maurizio Costanzo Show” ha affrontato il tema della paternità, svelando risvolti sorprendenti di rapporti familiari molto burrascosi nella famiglie dei vip. Ad accendere la miccia ci ha pensato Vittorio Sgarbi che dichiara al primogenito presente in studio, Carlo Brenner, di avere avuto tre figli solo per sbaglio:

“Ho avuto tre figli senza aver voluto mai essere padre, è stata una mancanza di prudenza. Tua madre smise di prendere la pillola, senza dirmelo. Il quadro è molto complesso [...] Io non ho deciso né di avere né di non avere, ho detto che non voglio essere padre. Nella mia visione, voglio morire senza aver avuto figli”.

Affermazioni che fanno discutere, ma il critico d’arte continua e, nel momento in cui gli chiedono se comunque ami suo figlio, risponde senza peli sulla lingua:

“Amore è una questione di pudore, io amo e non racconto a te chi amo. Ribadisco, quindi: io non voglio essere padre, lo sono diventato e mio figlio mi chiama genitore. L’ho messo al mondo, ma non mi sento padre ma voglio bene ai miei figli”.

Carlo Brenner, consapevole della convinzione del padre, non può che rispondere con un pizzico di rammarico:

“Mi fa molto tenerezza perché mio padre è un uomo che non è mai diventato padre, ma è sempre rimasto figlio. Ho tenerezza, perché credo che lui ha perso quest’occasione [...] Lui ci ha, ma ha perso gli anni migliori e forse dovrebbe recuperarli”.

Molto più dura la reazione di un’altra ospite di Costanzo, Loredana Bertè, che rincara la dose raccontando la sua esperienza in veste di figlia. La cantante ha ammesso con chiarezza di disprezzare il padre, tanto da augurargli la morte, perchè non le consente di prendere le ceneri della sorella Mia Martini:

“Io non soffro, non vedo l’ora che crepi. Per prendere le ceneri di mia sorella e finalmente spargerle davanti a Bagnara, nel mare. E finché quel bastardo non crepa, io non posso farlo”.