Lady Gaga adesso vola. No, non si tratta ancora del concerto nello spazio, a bordo di una delle navi galattiche di sir Richard Branson, come ci aveva promesso la star. Più semplicemente Lady Gaga ha indossato “Volantis”, il primo abito che fa letteralmente volare.

L’esordio è avvenuto domenica 10 novembre, al Brooklyn Navy Yard, per il lancio del nuovo album “ARTPOP”. Durante la festa, battezzata ARTRAVE, Gaga ha indossato il costume, una silhouette bianco latte dalle curve generose, sostenuta da sei motori a turbina in formazione esagonale. Il funzionamento è simile a quello degli hovercraft. «Volantis è soprattutto un veicolo», ha così presentato l’aggeggio la star, che ha aggiunto, parafrasando la frase di Neil Armstrong quando per la prima volta un essere umano pose piede sulla Luna, «questo è un piccolo passo per Volantis, ma un grande balzo per Lady Gaga».

L’artista ha anche voluto ringraziare gli ideatori dell’abito volante, l’ingegnere Benjamin e la designer Nancy, chiamati col solo nome di battesimo. «Benjamin e Nancy oggi sono qui con me. La loro intelligenza è sconfinata, e mi ispirano molto. Nonostante sia solo un veicolo, Volantis per me è soprattutto una metafora. Oggi io sarò il veicolo delle loro voci, le voci dei giovani di tutto il mondo». E ha continuato: «Per ora è senza prezzo, ma il denaro non mi importa. Quel che stiamo cercando dire è che possiamo fare tutto. Pensate a quante possibilità si aprono!». In seguito, l’artista ha scoperto la grande statua bianca, realizzata dal celebre artista Jeff Koons, che la ritrae con una sfera riflettente tra le gambe, e che è l’immagine principale della copertina di “ARTPOP”.

(Foto by InfoPhoto)