Dopo mesi di attesa Lady Gaga è finalmente approdata a Milano trasformando l’intero Mediolanum Forum di Assago in un vero e proprio show teatrale dalle mille facce e scenografie.

Indubbiamente sold out, il concerto mandato avanti da Miss Germanotta non ha deluso gli oltre dieci mila little monster accorsi per vedere la loro beniamina, per l’unica tappa del tour “artRAVE: The Artpop Ball” nel nostro Bel Paese, che si concluderà il 24 novembre a Parigi. Un “party” durato due ore nel quale sono state ripercorse le tappe della carriera della popstar, rispolverando i classici successi da “Poker Face”, “Bad Romance” a “Paparazzi”, fino alle hit più recenti dell’ultimo album come “Venus” e “Donatella” (una lettera dedicata proprio alla stilista, Donatella Versace).

Tra cambi di costume e parrucco in mezzo al palco – dove si possono notare i classici con tentacoli a pois, ma anche gli abiti con brillantini e in versione Venere di Botticelli -, e cambi continui di scenografia Lady Gaga ha portato a Milano uno show dai mille colori, tra luci e coriandoli.

Nel corso della grande festa la popstar ha letto anche una lettera di un fan omosessuale, il quale ha ritrovato la sua forza grazie alla sua musica e, da brava paladina dei diritti gay ha ribadito: “Se siete omosessuali e vivete in Italia tenete la testa alta, siatene orgogliosi. Non nascondetevi, siamo nel 2014!” ricordando anche le sue origini italiane, “Non mi interessa quanto successo possa avere, ma ricordo sempre che la mia famiglia è emigrata da questo Paese. Mia nonna vendeva vestiti per pochi spiccioli e mio nonno era un ciabattino. In fondo sono una ragazza italoamericana”. In occasione del suo show è scoppiato sui social l’hashtag #artravemilan, svettando tra gli argomenti italiani più chiacchierati.

Una veste diversa dal quale il mondo è solita vederla negli ultimi mesi: dopo il sodalizio con la voce del jazz, Tony Bennett (con il quale ha composto l’album “Cheek to Cheek”), la popstar opta sempre di più per look vintage, portati quasi con nostalgia di quei tempi, ma ogni tanto non fa male rivedere la vecchia Gaga fare il suo ritorno con outfit strutturati e decisamente eccentrici.

Ecco alcuni video del live:

Questa la scaletta:

  • ARTPOP
  • G.U.Y.
  • Donatella
  • Venus
  • MANiCURE
  • Just Dance
  • Poker Face
  • Telephone
  • Paparazzi
  • Do What U Want
  • Whats Up
  • Dope
  • Yoü and I
  • Born This Way
  • The Edge of Glory
  • Judas
  • Aura
  • Sexxx Dreams
  • Mary Jane Holland
  • Alejandro
  • Bang Bang (My Baby Shot Me Down)
  • Ratchet(Interlude)
  • Bad Romance
  • Applause
  • Swine

Bis:

  • Gypsy

foto by InfoPhoto