Tra i vari produttori che stanno collaborando alla realizzazione del nuovo album di Lady Gaga “Artpop” c’è anche è il tedesco Anton Zaslavski, celebre come Zedd, noto nel campo dell’electro house soprattutto per il remix “Scary monsters and nice sprites” di Skrillex e per quello di alcuni brani dei Black Eyed Peace.

Gaga e Zedd avevano già lavorato insieme: nel 2011, infatti aveva remixato i brani “Born this way” e “Marry the night” per l’edizione speciale dell’album “Born this way”.

Nell’ ottobre scorso il produttore e DJ aveva detto: “Abbiamo composto veramente un sacco di canzoni, vediamo cosa ne verrà fuori”.

Ora, intervistato dalla rivista “Rolling Stone”, Zedd ha affermato: “Sono veramente elettrizzato per quando la gente sentirà quello che abbiamo tirato fuori. Non credo che siano cose che potrebbero non piacere, anzi credo che la roba che abbiamo fatto sia una figata. Non abbiamo cercato di fare un album EDM ma, allo stesso tempo, non abbiamo cercato di non fare un album EDM. In realtà ho fatto un sacco di cose che sono al di fuori di ciò che faccio abitualmente. Ad esempio per una canzone Gaga mi ha detto di scrivere dieci parole per descrivere una emozione, e poi ho dovuto tradurle in musica. E’ stato un modo molto sperimentale di approccio alla musica. Facciamo quello che ci salta in testa, non siamo obbligati a fare una canzone che sia di 3 minuti e 30 secondi solo perché così va bene in radio”.

La Germanotta dopo l’infortunio, che l’ha costretta a settimane di sedia a rotelle, è apparsa in tacchi alti al Rose Bar dell’albergo Gramercy Park di New York dove si è esibita in “Someone to watch over me” di George Gershwin accompagnata dall’amico jazzista Brian Newman (foto by InfoPhoto).

L’ultima comparsata dell’artista risale a qualche giorno fa in Messico quando, in qualità di damigella di nozze, ha partecipato al matrimonio della superamica Bo O’Connor.