Ritorna al cinema uno degli ultimi maestri della commedia italiana, quel Carlo Verdone il cui testimone pare essere stato raccolto solo da Checco Zalone: in un inedito tandem con Antonio Albanese lo vedremo infatti impegnato in L’abbiamo fatta grossa.

L’ultimo film del regista-attore italiano, che quest’anno ha festeggiato il suo 65esimo compleanno, rivela inaspettate sfumature “crime”. La pellicola, infatti, è una sorta di giallo della risata che non si fa spaccare l’occasione di un’ennesima descrizione dell’Italia odierna, come d’abitudine per un attento osservatore quale Verdone, coadiuvato alla sceneggiatura da Pasquale Paltino e Massimo Gaudioso.

L’abbiamo fatta grossa, che è prodotto dai De Laurentiis e viene distribuito dalla Filmauro, uscirà nelle sale cinematografiche il 28 gennaio del 2016.

Il trailer pubblicato in queste ore ci lascia intravvedere la notevole chimica tra i due interpreti principali, che collaborano attivamente in un film per la prima volta: Antonio Albanese pare il più posato dei due – per quanto vittima di escandescenze improvvise – mentre Verdone è il personaggio maneggione ma imbranato che cerca di uscire dai guai.

Come in uno dei tanti film dei fratelli Coen al centro della vicenda c’è una valigetta piena di soldi (nello specifico un milione di euro). Il bottino viene ritrovato per caso dalla coppia che si è conosciuta per ragioni lavorativi: Yuri Pelegatti (Albanese) è infatti un attore di teatro che non riesce a superare la separazione, dimenticandosi persino le battute in scena e per questo motivo ingaggia Arturo Merlino, investigatore senza soldi, cui chiede le prove dell’infedeltà della ex moglie.

Tuttavia Arturo si rivela subito essere un detective improvvisato, facendo finire entrambi nei guai derivanti dalla scoperta della valigetta: a seguire una serie di truffe, fughe e soluzioni tanto inventive quanto inefficaci.

Nel cast anche Anna Kasyan, Massimo Popolizio, Francesca Fiume, Clotilde Sabatino, Virginia Da Brescia, Federigo Ceci e Alexander Stuart.