In onda dal lunedì al venerdì dall’1 settembre (come Barbara5 e il suo pomeriggio) il pomeriggio di Rai1 aprirà la pagina dell’attualità e del costume con La Vita in Diretta, che proporrà un mix di tematiche vicine all’impaginazione di un settimanale popolare ma con taglio quotidiano.  Con la nuova formula torna anche il “mattatore” del pomeriggio di Raiuno, Marco Liorni insieme all’esordio in diretta Rai di Cristina Parodi. 

Finalmente dopo la brutta avventura a La7 (come ricorda la foto del post) Cristina Parodi torna al timone del pomeriggio degli italiani in quel ruolo che un po’ tutti pensavano fosse giusto per lei ma che nessuno gli proponeva nemmeno a Mediaset quando sembravano nati per lei Mattino5 e Pomeriggio 5 (Sarà mica che la vittoria del marito, rendiamo, come sindaco di Bergamo abbia mosso qualcosa in Rai?). Un rientro più che meritato per Marco Liorni che ha saputo ben gestire l’eredità lasciata da Lamberto Sposini.

Non solo l’attualità in termini di cronaca ma anche attenzione a ciò che caratterizza il nostro tempo.

La trasmissione proporrà storie e personaggi emblematici allo scopo di aiutare il pubblico a capire come si stanno modificando il nostro Paese e il Mondo. Accanto all’attenzione ai fatti del giorno ed ad una loro lettura, mai banale e superficiale, scorrerà il racconto dei grandi temi contemporanei come ad esempio l’integrazione, la ricerca dell’eccellenza, il confronto generazionale, l’evoluzione del mondo del lavoro, i nuovi bisogni culturali. Maggiore spazio verrà dato anche ai collegamenti esterni e alla ricerca di nuovi generi di racconto televisivo, nel segno della totale differenziazione rispetto ai modelli antagonisti in onda in contemporanea sulle reti commerciali.

Settimanalmente il programma dedicherà inoltre una pagina rilevante, in diretta da Milano, ai temi dell’Expo.