Risale al 31 agosto 1997 la tragica scomparsa di Lady Diana. A diciotto anni esatti dalla sua morte il mondo intero commemora la principessa simbolo della casa reale inglese e mito ormai immortale. Dopo l’incidente avvenuto a Parigi insieme al compagno Dodi Al Fayed in circostanze ancora oggi non chiarite, continuano a rincorrersi ancora tesi su presunti complotti tramati alle sue spalle tanto che la verità sembra ormai irraggiungibile. Proprio qualche settimana fa è, addirittura, saltata fuori una dichiarazione choc che la regina Elisabetta avrebbe pronunciato dopo aver appreso la notizia della sua scomparsa:

“Qualcuno deve aver ingrassato i freni”.

Intanto, lasciando da parte le indiscrezioni, il “Mirror” proprio nel giorno dell’anniversario della sua morte ha pubblicato le foto della sua tomba solitaria ad Althorp Estate, la tenuta di famiglia nel Northamptonshire. La principessa aveva vissuto proprio lì fino al matrimonio con Carlo nel 1981. I resti di Diana sono collocati in un’isola chiamata “Round Oval“, al centro di un laghetto. Dalle immagini si nota che la lapide, dopo quasi vent’anni, è quasi completamente coperta da fiori e foglie per uno scopo ben preciso: i familiari della principessa hanno, infatti, deciso di non agire sulla vegetazione per proteggere quel luogo affinchè diventi parte del paesaggio. La tomba è, quindi, lasciata volutamente senza cure per rispetto di Lady D:

“Lasciamo che Diana torni alla natura”.