La Warner Bros ha pubblicato il primo trailer ufficiale di La solita commedia – Inferno, il nuovo film della coppia comica composta da Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli, altrimenti noti come I soliti idioti.

I due sono reduci dall’esperienza del Festival di Sanremo, durante il quale hanno portato in concorso la canzone Vita d’inferno, tra l’altro presente brevemente nello stesso trailer di La solita commedia.

La competizione canora non ha sicuramente dato i risultati, ma con ogni probabilità si è trattato più di un modo per promuovere in anticipo il film e rinverdire la propria fama piuttosto che un vero e proprio tentativo artistico-canoro.

La solita commedia – Inferno arriva dopo il successo di pubblico dei due film precedenti, che in tutto hanno raggranellato circa 19 milioni di euro al botteghino. In questo nuovo film Biggio e Mandelli passano anche alla regia, aiutati da Martino Ferro, e riprendono uno dei testi sacri della letteratura italiana, La divina commedia di Dante.

Il pretesto parte da una premessa molto attuale: all’Inferno Minosse non riesce più ad attribuire la giusta pena ai nuovi arrivati, dato che i peccati sono andati trasformandosi nel tempo e la struttura dei gironi infernali è diventata obsoleta.

Convocato direttamente da Dio, Lucifero propone di rimandare sulla Terra colui che è riuscito così bene a descrivere il mondo celeste, ovvero Dante Alighieri. Il poeta toscano viene quindi rispedito nel mondo dei vivi, finendo in una città italiana nella quale incontra la sua nuova guida, di nome Demetrio Virgilio, un precario alle prese con le pene di tutti i giorni.

La solita commedia è costruito come se fosse una galleria di sketch basati sull’osservazione dell’assurdità dei tipi odierni (Biggio e Mandelli hanno parlato di Monty Python e Nanni Loy come fonte d’ispirazione), nel quale gli attori abituali del duo interpretano più personaggi.

Dal duo arriva anche una rassicurazione: La solita commedia non sarà un film blasfemo, ma in qualche modo cercherà di rendere la religione maggiormente al passo coi tempi, qualcosa che in effetti Papa Francesco sta cercando di fare in vari modi.