Qualche settimana fa il presidente della Commissione di vigilanza Rai Roberto Fico aveva lanciato dure accuse contro il programma di intrattenimento “Affari tuoi“, in onda ormai da dieci anni su Raiuno. Fico interrogava il presidente e il direttore generale della Rai per capire se:

“il format della trasmissione, basato solo ed esclusivamente sul gioco d’azzardo, sia incompatibile con il principio della responsabilità sociale e, più in generale, con la missione del servizio pubblico radiotelevisivo, considerato che si fonda esclusivamente sulla speranza di un facile guadagno e sull’azzardo”.

La Rai, così come riporta Agipronews, ha voluto rispondere alle critiche, specificando che “Affari tuoi” è stato organizzato con lo scopo di “assicurare la massima trasparenza nello sviluppo del gioco” sottolineando inoltre:

“Le caratteristiche del programma sono le stesse di altri 73 Paesi, in nessuno dei quali sono state rilevate criticità sotto il profilo dell’istigazione al ’gioco d’azzardo’ “.

Onde evitare qualsiasi dubbio la Rai ha deciso di prendere ugualmente dei provvedimenti precauzionali:

“la Rai ha comunque ritenuto di avviare una indagine interna con l’obiettivo di dissipare qualunque possibile dubbio su un programma così strategico per il palinsesto Rai per evitare che i tentativi da tempo in atto, di mettere in dubbio la regolarità del gioco (da parte di Striscia la notizia, ndB), possano incidere sui positivi risultati del programma”.

Per concludere, la televisione di Stato ha sottolineato che il montepremi viene ricavato dai soldi degli sponsor, e assolutamente non da quelli del canone, dissipando ogni voce maligna che era in circolazione da qualche tempo.