Anche se “Uomini e Donne” ha chiuso i battenti per la pausa estiva, la storia d’amore tra Giorgio Manetti e Gemma Galgani continua a gonfie vele. In verità i due non sono ufficialmente una coppia ma il loro rapporto si fa di giorno in giorno più stabile, tanto che Gemma ha voluto addirittura sbilanciarsi, svelando particolari intimi della loro vita.

Intervistata dal settimanale “Nuovo” la Dama del Trono Over si è, così, lasciata andare confessando le sensazioni provate durante la loro prima notte d’amore insieme:

“Se ti riferisci al fatto che siamo stati insieme anche nell’intimità, voglio chiarire che è accaduto perché sono innamorata di lui, altrimenti non sarebbe mai successo. Non fa parte delle mie abitudini: donarmi a lui è stata una scelta voluta dal cuore e dal cervello, determinata dall’arrivo di un grande amore. La prima volta non ho avuto ansie e il merito è stato suo: ha creato una situazione accogliente e piena d’amore, con la sensibilità e il tatto di un signore d’altri tempi. Effettivamente avevo un po’ di preoccupazione ma il suo modo di condurmi per mano e farmi scivolare tra le sue braccia e stato così gentile e garbato da non farmi sentire il minimo disagio. E lo confesso con le lacrime agli occhi: mi ha tenuto talmente tanto in considerazione che ha reso quel momento uno dei più belli di tutta la mia vita”.

Ancora emozionata Gemma afferma quanto, da quel momento in poi, si sia rafforzato il suo legame con Giorgio:

“Se prima mi piaceva tanto, dopo mi è piaciuto ancora di più. La mia forma d’amore non è debolezza: io non sono lo zerbino di George. E’ molto facile ottenere le cose semplici, ma è molto più importante conquistare quelle difficili. E’ vero, io sto inseguendo una storia, ma George c’è, esiste. E io non sono una comparsa. Ormai faccio parte della sua vita“.

Nonostante ciò la Galgani è comunque consapevole di non essere la fidanzata ufficiale di Giorgio, ma continua a vivere questo momento con lui intensamente, sperando in una sua decisione definitiva:

Io non posso togliergli la libertà mentale, né voglio cambiarlo. Sarebbe veramente una forma di egoismo da parte mia. E poi George racchiude tutto ciò che io voglio in un uomo: è sensibile, attento, mi dà grande carica. E’ vero che è molto corteggiato, ma questo non mi toglie la gioia e la speranza che il mio entusiasmo possa portare anche lui in una direzione di maggior apertura nei miei confronti”.