La preda perfetta – A Walk Among the Tombstones è l’ennesimo passo in avanti compiuto da Liam Neeson per la definizione della sua nuova personalità cinematografica da eroe dell’action movie.

È dai tempi di Taken (ma si potrebbe considerare anche il suo contributo alla trilogia nolaniana di Batman) che Neeson ha intrapreso questa fase della sua carriera, inanellando ruoli da uomo duro e malinconico dal passato doloroso in una serie di film quali The Grey, Non-Stop il sequel della pellicola sopracitata.

Nell’opera diretta da Scott Frank (regista di Sguardo nel vuoto e sceneggiatore di Out of Sight, Minority Report e Malice – Il sospetto), Neeson veste i panni dell’investigatore privato senza licenza Matt Scuddler, ex poliziotto sospeso dopo una rapina in cui per errore morì anche un passante.

Basato sulla serie di romanzi scritti da Lawrence Block (arrivato a 17 volumi), il film mette in scena un caso che Scuddler accetta con riluttanza, dovendo aiutare un trafficante di eroina. Il suo cliente lo incarica infatti di trovare gli uomini che hanno rapito e ucciso sua moglie nonostante l’avvenuto pagamento del riscatto.

Ad aiutare il detective nell’impresa del ritrovamento della preparatissima banda criminale vi saranno uno spacciatore russo che lo implora di salvare la figlia, nuovo obiettivo dei rapitori, il giovane artista senzatetto TJ, l’informatore Reuben Quintana e un inquietante guardiano del cimitero che conosce i segreti dei crimini che hanno sconvolto la vita di tante persone.

La preda perfetta esce domani al cinema distribuito da Eagle Pictures.

Foto: ufficio stampa