E’ ormai una tradizione che poco prima dell’inizio della Mostra del Cinema di Venezia, la nota rivista specializzata italiana “Ciak” diretta da Piera Detassis, stili la classifica dei big del cinema italiano.

La classifica, redatta col mensile di settore Box Office , si sdoppia quest’ anno in due: da una parte i 25 top tra i professionali, dall’altra 25 talents.

La vera novità è il cambio generazionale in questa ultima categoria: dopo anni Cristian De Sica viene soppiantato dall’astro nascente Checco Zalone che grazie anche agli incassi (pensiamo ai 43 milioni di “Che bella giornata”) , abbassando altri classici beniamini come Verdone che passa dal secondo al 14mo posto, Pieraccioni al 15mo e Giovanni Veronesi al 22mo.

In vetta arrivano nuovi colonnelli della commedia, cioè la coppia di Benvenuti al Sud , Bisio e Siani, e poi Genovese e Miniero, rispettivamente fortunati autori di La banda dei Babbi Natale , che ha fatto risalire in quinta posizione Aldo, Giovanni e Giacomo, e di Benvenuti al Sud (ora si gira il sequel al Nord), seguiti da Brizzi al sesto e da Albanese al settimo col suo Qualunquemente .

Scarsa la presenza di donne: nella lista compaiono fra i 25 talents 2011 solo due attrici: la new-entry Paola Cortellesi al decimo posto per il successo del film “Nessuno mi può giudicare” di Massimiliano Bruno, che infatti entra in classifica, e Alba Rohrwacher che era già nella lista del 2010.

Ci sono autori internazionali e confermati come Nanni Moretti (grazie ad Habemus papam è al nono posto), Sorrentino e Martone, e attori sulla breccia come Bova che sale all’ 11mo posto, Boldi (12), Germano (17) e la new-entry Rocco Papaleo col fortunato debutto di Basilicata coast to coast.